• Villa Arabella
  • Villa Arabella
  • Villa Arabella
  • Villa Arabella
  • Villa Arabella

Villa Arabella
Fr. Losana, 16,
27040 Mornico Losana,
Pavia, Italia.
Telefono +39 0383 892338.
Cell +39 348 341 9247
FaceBook  Twitter

Gastronomia Locale

Il cibo ed il buon vino sono due piaceri che arricchiscono la nostra vita e che contribuiscono enormemente a creare un'atmosfera conviviale.
L'Italia in generale, ma l'Oltrepò Pavese in particolar modo, offre al viaggiatore esigente molte opportunità per stimolare le proprie papille gustative.

Salame di Varzi

L'origine del Salame di Varzi affonda le proprie radici nei tempi delle invasioni da parte dei Longobardi. L'abitudine di mangiare maiale si instaurò proprio durante il periodo delle invasioni. Nel dodicesimo secolo, il Salame di Varzi era considerato una prelibatezza dai Malaspina, la famiglia feudale della zona.  
Il Salame è prodotto usando solo maiale di prima qualità, che viene macinato grossolanamente con uno stampo di 12 mm. di diametro. Il maiale così tritato viene poi insaccato negli intestini del maiale stesso.
   

Coppa

La Coppa è ricavata dal pezzo del maiale che sta alla base del collo, a differenza del prosciutto che viene ricavato dalle cosce.  La Coppa è preparata secondo un metodo tradizionale.
La carne viene tagliata, pulita e condita con un impasto di erbe e sale: pepe bianco o nero, intero o macinato, cannella, chiodi di garofano, foglie di alloro e noce moscata. Il processo di salatura avviene a secco ed il sale deve essere massaggiato nella carne. In seguito, la carne viene conservata a freddo per almeno una settimana. Successivamente la carne viene insaccata negli intestini dl maiale, una membrana completamente naturale. La legatura di questo salume è un'operazione caratteristica che viene eseguita con maestria intrecciando lo spago su vari pezzi di carne. La valle del Po' e la campagna circostante Parma, con il fiume Po ed i suoi affluenti, sono le zone ideali per la produzione della Coppa. E' in questa zona che l'allevamento dei suini affonda le sue radici e dove le tecniche di salatura e maturazione per preservare la carne sono ben conosciute.

Mostarda

We would like to thank Barbieri & Co. for the kind concession to use these pictures.

La Mostarda è un metodo antico risalente al Medioevo per conservare la frutta. Tutta la frutta contenuta nella Mostarda di Voghera proviene da frutteti italiani e se ne garantisce la raccolta solo a maturazione piena. La famiglia Barbieri continua la tradizione della produzione di Mostarda nella città di Voghera, nel Sud della Lombardia. Dopo essere stata candita, la frutta mista viene conservata nel glucosio insaporito con olio di semi di mostarda. Non vi è aggiunta di coloranti.
La Mostarda può anche essere ottenuta dalle verdure quali la carota, la zucca e la zucchina.
Tradizionalmente, è usata come accompagnamento al “Bollito Misto”, un piatto tipico del Nord Italia composto da diversi tagli di carne lessata (biancostato, vitello, lingua, pollo nostrano), normalmente servito anche con polenta o purè. In tempi più recenti, la mostarda è anche diventata un accompagnamento per la degustazione del formaggio.

Formaggio di Capra – Il Boscasso

Chiara Onida, proprietaria della Fattoria “Il Boscasso”, produce del formaggio di capra straordnario. Tutte le capre sono allevate amorevolmente sul posto, avendo pieno controllo sulla loro crescita ed alimentazione.
Chiara, che sorprendentemente è laureata in Matematica Applicata al Politecnico di Milano, ha fatto una scelta radicale di vita nel trasferirsi fuori città per stare a contatto con la natura e  l'aria pura.
Senza sapere nulla di agricoltura, ha semplicemente deciso che si sarebbe cimentata nel produrre il miglior formaggio di capra.
La sua passione, dedizione ed il duro lavoro hanno pensato al resto ed oggi, per coloro che apprezzano il formaggio di capra, Chiara fornisce i presupposti per una magnifica esperienza culinaria. Brava Chiara!
Come se non bastasse, Chiara ha avuto anche il tempo di crescere 5 figli i quali la aiutano a gestire la fattoria.

    Potete trovare i suoi prodotti qui.

 

Attività

Il Mercato Locale

Nei dintorni ci sono molte città e paesi che ospitano mercati all'aperto durante la settimana; sono molto caratteristici e colorati ed offrono soprattutto gastronomia locale,  pelletteria, scarpe ed abbigliamento.
Il mercato più vicino a Villa Arabella è a Casteggio (a circa 5 Km.) e si tiene tutte le domeniche. Qualora foste interessati a visitarne uno in un giorno diverso della settimana siamo in grado di fornirvi i nomi delle varie località.

Passeggiare tra le Colline

Percorsi

La geografia locale dà ai visitatori la possibilità di effettuare bellissime passeggiate su sentieri panoramici che offrono una vista stupenda.
Ci sono diversi percorsi ben segnalati fra cui alcuni anche disponibili su sistemi GPS scaricandoli in formato GPX. Partendo da Villa Arabella si arriva facilmente fino al punto di partenza del sentiero per poi proseguire a piedi.
Alla fine della vostra passeggiata troverete sicuramente una trattoria locale per il vostro  meritato ristoro altrimenti c'è sempre a disposizione Villa Arabella con le sedie a sdraio a bordo piscina per recuperare le vostre energie dopo il salutare esercizio fisico

La Via del Sale

Nei tempi antichi il sale era un bene di enorme valore ed il suo costo poteva essere paragonabile addirittura a quello dell'oro
Le vie del sale, che si intersecano sulle colline, esistono fin dai tempi degli antichi romani ed erano percorse da carri trainati da muli per trasportare il sale in condizioni di grande avversità naturali da Genova, sulla  costa ligure, fino alla valle del Po. I mercanti della valle del Po trasportavano poi il sale in Svizzera ed in Germania.
Abbiamo recentemente iniziato una partnership con un'azienda inglese, la On Foot Holidays che si occupa di organizzare e vendere su internet dei pacchetti-vacanze guidate per coloro che desiderano seguire questi percorsi a piedi.
Insieme abbiamo mappato un primo percorso lungo la via del sale che va da Villa Arabella fino a Camogli, un delizioso porto marittimo sulla costa ligure tra Portofino e Genova. Sul loro sito il percorso è denominato “Ligurian Hills”.
Il percorso ha una durata di sette giorni. Ogni notte si dorme in un B&B diverso ubicato  lungo il percorso. Di giorno i bagagli vengono trasportati, separatamente con altri mezzi, al successivo B&B meta di quella giornata in modo tale che il caminatore lo trovi a disposizione al suo arrivo.

Golf

Per gli interessati a questo sport ci sono tre campi di golf nel raggio di trenta chilometri da Villa Arabella.
Agli ospiti di Villa Arabella viene garantita una tessera soci temporanea, previa esibizione della tessera del vostro circolo Golf di appartenenza.
Le tariffe per il percorso a 18 buche si aggirano tra € 45 (durante la settimana) a €65 durante il week end.

Ciclismo

La bellezza naturale dell'Oltrepò si presta perfettamente per le escursioni in bicicletta.
La  campagna dell'Oltrepò è prevalentemente collinare quindi ci sono dei tratti in salita che richiedono una certa forma fisica. Lo sforzo viene comunque compensato dai bellissimi luoghi che incontrerete lungo i vari percorsi dove sarà un piacere fermarsi per riposare e per godersi la splendida vista.

SPA & Bellezza

Se desiderate viziarvi un pochino, allora le Terme di Rivanazzano fanno al caso vostro! Qui le colline sono punteggiate da bacini naturali di acqua termale sulfurea. 

Terme di Rivanazzano  
Questa SPA termale, a 25 km da Villa Arabella, offre un servizio porta-a-porta per i nostri ospiti. Se interessati, un mezzo inviato dalla società termale verrà a prelevarvi direttamente alla nostra struttura e vi riporterà a Villa Arabella al termine dei trattamenti senza alcun costo aggiuntivo.
Le Terme offrono una vasta scelta tra massaggi, trattamenti di bellezza e la loro rinomata terapia al fango contro i dolori.
Per usufruire di questo servizio è necessaria una prenotazione anticipata. Siamo in grado di fornirvi su richiesta il listino prezzi completo.

 

Nelle Vicinanze...

Portofino

Portofino è probabilmente uno dei porti più romantici e magnifici in Italia, e vale dunque la pena una visita in giornata. Pittoresco e piccolo per dimensioni, è diventata una location d'eccezione per celebrità che provengono da tutto il mondo con i loro yacht oppure come ospiti all'Hotel Splendido, situato sulla collina dietro al porto. Da Villa Arabella, si guida fino a Santa Margherita Ligure. Da lì si prende il traghetto che vi porterà a Portofino, dove le macchine non sono ammesse.

Pavia

Intorno al 1100 Pavia era la capitale del Regno d'Italia e faceva parte del Sacro Romano Impero (Germania) governato da Federico Barbarossa II.
Oggi è una graziosa città universitaria, capoluogo della provincia omonima, con una popolazione che conta circa 70.000 abitanti.

Il Centro di Pavia

Ringraziamo Cesare Schiapelli per le foto

La città di Pavia è molto pittoresca e caratterizzata dalle sue strade in acciottolato.
Il centro è chiuso al traffico quindi si presta a delle piacevole passeggiate.

Il Castello di Pavia

Ringraziamo Cesare Schiapelli per la foto

Il Castello Visconteo fu costruito per ordine di Galeazzo II Visconti nel 1360 subito dopo la presa della città che fino a quel momento era stata una città-stato libera. L'architetto a cui si deve il disegno è Bartolino da Novara. Il Castello era la residenza ufficiale della famiglia Visconti, mentre la capitale politica dello stato era Milano. A nord il castello si affacciava su un grande parco delimitato che comprendeva anche la Certosa di Pavia, costruita nel 1396 per un voto fatto da Gian Galeazzo Visconti e che nasceva come cappella privata della dinastia Visconti.

L'Univeristà di Pavia

Pavia è una delle principali città universitarie italiane, con  svariati istituti, università ed accademie, inclusa l'Università di Pavia. Di seguito una lista dei principali istituti presenti in città:
L'Università di Pavia, una delle più antiche università europee, fu fondata nel 1361, anche se risale all'anno 825 una scuola di retorica che renderebbe Pavia il più antico centro proto-universitario in Europa. L'edificio centrale è composto da un unico complesso che si sviluppa attorno a 12 chiostri risalenti al 15°-19° secolo. La facciata è composta da vari stili che vanno dal barocco al neoclassico. La grande scalinata, l'Aula Foscolo, l'Aula Volta, l'Aula Scarpa e l'Aula Magna sono a loro volta in stile neoclassico. Il Cortile degli Spiriti Magni ospita le statue di alcuni tra i più illustri studiosi ed ex-studenti. Monumenti e lapidi funerarie degli studiosi risalenti al 14°-16° secolo  figurano ai lati del Cortile Voltiano (provenienti da altre chiese demolite).
Il Collegio Borromeo, fondato nel 1561 da Carlo Borromeo è il collegio più antico di Pavia.
Il Collegio Ghisleri, fondato nel 1567 da Papa Pio V, è il secondo collegio più antico di Pavia. Il Collegio Ghisleri è un'istituzione che opera da 450 anni, impegnandosi a promuovere gli studi universitari basandosi sulla meritocrazia, ospitando circa 200 studenti che frequentano le diverse facoltà dell'Università Statale di Pavia, offrendo loro opportunità logistiche e culturali quali borse di studio, seminari, conferenze, una biblioteca da 100,000 volumi  (la terza biblioteca privata più grande nel Nord Italia) e corsi di lingue straniere. Ogni anno 30 nuovi studenti provenienti da tutta Italia vengono selezionati  tramite un bando di concorso pubblico.

The Certosa of Pavia (Carthusian Monastery)

La Certosa di Pavia è un monastero situato in una piccola cittadina portante lo stesso nome del monastero nella provincia di Pavia e ad 8 km a nord della città stessa. Costruito tra il 1396 ed il 1495, un tempo era situato ai confini di una vasta riserva di caccia appartenente alla famiglia Visconti di Milano, di cui oggi restano solo delle rovine sparse.
Certosa è il nome italiano che viene dato alle costruzioni sviluppate intorno ai chiostri e appartenenti all'ordine monastico dei Certosini fondato da San Bruno nel 1044 a Grande Chartreuse. Per quanto i Certosini, ai tempi delle loro origini, fossero rinomati per l'ascetismo, la reclusione e la semplicità della loro architettura, la Certosa è conosciuta per la sua esuberanza architettonica, sia nello stile Gotico che Rinascimentale.
Il Monastero è ancora attivo oggigiorno, con 15 monaci che dedicano la loro vita alla preghiera tra le mura.
La visita guidata alla Certosa comprende la visita di una delle antiche celle occupate dai monaci.

Monasteri

Monastero di Bobbio, 614 d.C.

Questa pittoresca cittadina deve la propria fama al Monastero fondato da Colombano, un monaco venuto dall'Irlanda nel 614 d. C. Durante il Medio Evo diventò famoso in tutta Europa come centro culturale.  È grazie al lavoro di trascrizione dei manoscritti originali da parte dei monaci che i testi di numerosi autori classici sono giunti fino a noi. Si narra che il vecchio “Ponte del Gobbo” che attraversa il fiume Trebbia debba la sua forma particolare ad un patto che Colombano fece col diavolo.

Monastero di Sant’Alberto di Butrio

Il monastero, circondato da boschi di castagno tra le colline, contiene affreschi medievali di grande valore. Nel chiostro c'è una nicchia che custodiva le spoglie di Enrico II d'Inghilterra, il quale, secondo alcuni storici, sarebbe morto qui durante un pellegrinaggio. È un capitolo di storia molto interessante e per coloro che volessero saperne di più, è possibile visitare il sito dove uno storico inglese, Ian Mortimer, ha scritto molto a riguardo.  

Le Cinque Terre

Le Cinque Terre sono una zona costiera ligure dalle viste spettacolari e dal terreno accidentato. Si trovano in Liguria, ad ovest di La Spezia. Le Cinque Terre sono composte da cinque villaggi: Monterosso al Mare, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore. La linea costiera, i cinque villaggi e le colline circostanti fanno parte del Parco Nazionale delle Cinque Terre, nonché parte del patrimonio dell'umanità UNESCO.
Nel corso dei secoli, le popolazioni hanno costruito sapientemente delle terrazze sul terreno accidentato  e scosceso fino ad arrivare a bordo delle scogliere che sovrastano il mare.  Parte del fascino di questa zona è dovuto alla mancanza di costruzioni moderne. Sentieri, treni e barche collegano i villaggi, dal momento che non sono raggiungibili in auto.

MILAN EXPO '15

Expo 2015: Nutrire il pianete, energia per la vita.

L'EXPO 2015, che avrà luogo a Milano, sarà un evento stimolante. Per coloro che vogliano visitare l'EXPO di Milano, Villa Arabella potrebbe essere un'alternativa più rilassante rispetto al centro di Milano.
L'EXPO è un'Esposizione Universale a scopo non-commerciale (non è una fiera) organizzata dalla nazione vincitrice della candidatura, e da altre nazioni partecipanti  tramite i canali diplomatici della nazione ospite.

La prima EXPO ebbe luogo a Londra nel 1851 e fu un tale successo che altre nazioni furono incoraggiate ad organizzare eventi simili, come l'EXPO di Parigi nel 1889, in occasione della quale venne progettata e costruita la Torre Eiffel.
Ogni EXPO ha un proprio tema universale e viene tenuta in una zona concepita come luogo di scambio e d'incontro per garantire un'esperienza unica sia per il partecipante che per il visitatore, i quali possono scoprire e sperimentare il tema che fa da filo conduttore all'evento. Più che un'esposizione delle ultime novità tecnologiche, il ruolo dell'EXPO è quello di interpretare le sfide collettive che l'umanità deve affrontare.

Se siete interessati al design, una visita all'EXPO 2015 di Milano è caldamente consigliata. Alcuni tra gli architetti più famosi del mondo hanno contribuito al design delle infrastrutture e della location dell'EXPO.  Al di là delle tematiche affrontate nell'EXPO 2015, la scoperta del  design avant-garde che contraddistingue l'EXPO  fa parte  dell'esperienza stessa. L'EXPO 2015 sarà uno straordinario evento universale che coniugherà tradizione, creatività ed innovazione nel mondo del cibo.  Unirà molte tematiche già trattate dall'esposizione in passato, e che avevano garantito una loro rinascita a fronte delle possibilità globali il cui fine comune è l'idea di garantire a tutti sul pianeta cibo salutare, sicuro e sufficiente.

Villa Arabella,     Fr. Losana, 16,     27040 Mornico Losana, Pavia, Italia.    Telefono +39 0383 892338.   Cell +39 348 341 9247    Contatto & Prenotazioni
© Copyright Villa Arabella 2008-2013. All rights reserved.